File

Communication Channel File: Determinare filename receiver da mapping

n4nadm No Comments

Scenario

File receiver.

Requisito

Il nome del file dev’essere generato dinamicamente secondo un algoritmo definito nel

Mapping

Il mapping su rset scrive nella Dynamic Configuration il filename ricevuto dal cc sender.

Implementando anche i legami su row  e su FIELD si replica il file da sender a receiver (opzionale).

In particolare,

In blu: lettura da Dynamic Configuration del channel sender

In rosso: regola arbitraria per determinare il nome file receiver

In verde: scrittura su Dynamic Configuration del nome file receiver

Communication channel sender

Content Conversion opzionale

Communication channel receiver

Content Conversion opzionale

Monitor: Dynamic Configuration

Dynamic Configuration dal communication channel receiver

Condizionare cc sender a cc receiver

n4nadm No Comments

Obiettivo

L’esigenza è quella di impedire che il file sul cc sender venga processato, e magari cancellato/archiviato, se l’elaborazione sul cc receiver va in errore.

Soluzione

Impostare la QoA sul cc sender in modalità Best Effort invece che Each Once.

In questo modo si rende sincrono l’intero processo la qual cosa comporta che:

  • L’Adapter processa il file sender (lettura e/o content conversion) e quindi viene passato all’integration engine o all’AAEx ma non viene cancellato o archiviato;
  • L’Adapter file receiver tenta la scrittura; se va a buon fine ritorna il controllo al cc sender che provvederà a cancellare/archiviare il file; se va in errore propaga l’errore al cc sender e le operazioni sul file sender si interrompono.

Categorie