File

Cc File: Determinare filename receiver da mapping

n4nadm No Comments

Mapping

Il mapping su rset scrive nella Dynamic Configuration il filename ricevuto dal cc sender.

Implementando anche i legami su row  e su FIELD si replica il file da sender a receiver (opzionale).

In particolare,

In blu: lettura da dyn conf del cc sender

In rosso: regola arbitraria per determinare il nome file receiver

In verde: scrittura su dyn conf del nome file receiver

Communication channel sender

Content Conversion opzionale

Communication channel receiver

Content Conversion opzionale

Monitor: Dynamic Configuration

DynConf dal communication channel receiver

File-File senza mapping

n4nadm No Comments

Lo scenario prevede il trasferimento di file da una locazione ad un’altra senza necessità di trasformazione dati.

Per questo tipo di scenario non è necessario la definizione di strutture dati nell’Enterprise Service Builder.

Fatta salva la definizione dei canali sender e receiver di tipo file/FTP/SFTP/…, per il resto della configurazione procedere come segue.

Faccio notare che le interfacce outbound ed inbound sono fittizie e quindi non sono definite nell’ESB

La definizione dello scenario mediante la modalità tradizionale invece che utilizzando l’Integration Configuration è obbligatorio in quanto con quest’ultimo il processo fallisce con il messaggio Contents is not allowed in prolog.

Condizionare cc sender a cc receiver

n4nadm No Comments

Obiettivo

L’esigenza è quella di impedire che il file sul cc sender venga processato, e magari cancellato/archiviato, se l’elaborazione sul cc receiver va in errore.

Soluzione

Impostare la QoA sul cc sender in modalità Best Effort invece che Each Once.

In questo modo si rende sincrono l’intero processo la qual cosa comporta che:

  • L’Adapter processa il file sender (lettura e/o content conversion) e quindi viene passato all’integration engine o all’AAEx ma non viene cancellato o archiviato;
  • L’Adapter file receiver tenta la scrittura; se va a buon fine ritorna il controllo al cc sender che provvederà a cancellare/archiviare il file; se va in errore propaga l’errore al cc sender e le operazioni sul file sender si interrompono.

Categorie